19 Lug, 2018 @ 6:09

Questa settimana parliamo dei divieti che sono in vigore in Irlanda, abbiamo tante curiosity sull’argomento e sapere cosa ci aspetta ci puó evitare situazioni imbarazzanti.

Fumo

divieto fumo irlanda

E’ stato il primo paese al mondo nel 2004 a vietare il fumo nei luoghi pubblici compresi B&B, hotel, ostelli, bar, nightclub, ristoranti e naturalmente pub. In Irlanda è illegale anche fumare alle fermate degli autobus, allo stadio e a distanze inferiori di 3 metri dagli edifici pubblici.


Alcol

alcolici irlanda

Nonostante l’amore sviscerato degli irlandesi per la birra, tecnicamente in Irlanda è illegale essere ubriachi sul suolo pubblico, con multe che possono aggirarsi tra i 100 e i 500 euro.

La legge chiaramente non viene applicata alla lettera. E’ anche vietato bere alcolici per strada ad eccezione di feste in cui si delimitano le zone in cui bere ad esempio una piazza.

La vendita degli alcolici, nel Paese, e’ vietata ai minori di 18 anni e il consumo deve essere autorizzato da un genitore o di una persona responsabile del minore nei luoghi privati.

Nei supermercati la zona degli alcolici é ben delimitata aperta dalle 10.00 alle 22.00 e bisogna avere 25 anni per poterli comprare.

Il governo irlandese aveva già adottato nel dicembre 2015 la proposta di legge per le sostanze alcoliche inebrianti e sulla salute pubblica, che introduce divieti promozionali (niente pubblicità sui mezzi pubblici e loro fermate in prossimità di scuole), divieti di sponsorizzazione (in eventi per minori e adolescenti), prezzo minimo imposto (10 centesimi per ogni grammo di alcol in bottiglia),  divieto di happy hours la vendita di drink a prezzi scontati in alcune ore della giornata.

E poi mette in campo l’obbligo di avvertenze sulla salute.


Contraccezione

preservativo

Fino al 1980 ogni tipo di contraccettivo sia orale che meccanico era illegale niente pillola o profilattico per gli abitanti dell’isola.


[amazon_link asins=’B00LFQ8YCO,B01CC40SVW,B01CBU2SLU,B00AXBNG84,B01KXDKLNE,B004NFUYRW,B00NYYD8SK,B00BUP62EC,B00DUU8QCQ,B00G4F4C2M’ template=’ProductCarousel’ store=’creativefacto-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7d1358d8-7e9b-11e7-a88f-0b66f696bd75′]


Aborto

L’Irlanda é l’unico paese dell’unione europea dove l’aborto é ancora illegale, tranne che per proteggere la vita della madre.

Nel paese, la distribuzione di pillole abortive mediche è vietata, mentre l’aborto è considerato un crimine in qualsiasi situazione, anche in caso di stupro, incesto o invalidità del feto.

La legge sull’aborto in Irlanda rimane tra le più severe d’Europa. Basti pensare che chi termina una gravidanza o aiuta a compiere questo gesto rischia molti anni di carcere.

Questo accade perché l’ottavo emendamento della costituzione Irlandese garantisce a un figlio non ancora nato gli stessi diritti della madre. La conseguenza è che chi sfida la legge può finire invischiato in lunghe cause legali, in cui team di avvocati diversi sono chiamati a difendere separatamente la donna e il futuro nascituro.

Dal 1967, anno in cui la Gran Bretagna ha legalizzato l’aborto, più di 150.000 donne irlandesi hanno oltrepassato il confine per poter interrompere la gravidanza.


Droghe

droga in Irlanda

Il possesso di droghe sia pesanti che leggere é illegale anche il possesso per uso personale é punito con la reclusione. Per lo spaccio le norme sono simili a quelle previste in Italia.


Prostituzione

prostituzione in Irlanda

La prostituzione è da sempre un problema per tutti i paesi europei, il Parlamento irlandese ha approvato una legge che si ispira al modello nordico, in quanto abroga il reato di  adescamento che colpiva le prostitute e sanziona, al contrario, il comportamento dei clienti.

La Repubblica d’Irlanda entra così nel novero dei Paesi abolizionisti accanto alla Svezia, alla Norvegia, all’Islanda, all’Irlanda del Nord, alla Francia e al Canada.

In Irlanda le pene sono severissime, la prostituzione è riconosciuta come un reato e quindi perseguibile con ammende ed arresto, sia per le lucciole che per i clienti. Infatti nell’Isola di smeraldo non esistono case chiuse.

Il diritto penale in materia di reati sessuali Act del 1993 vieta di importunare una persona in strada o in luoghi pubblici a fini di prostituzione. Essa vieta inoltre il vagabondaggio a scopo di prostituzione, organizzazione della prostituzione e qualsiasi attività di persone con lo scopo di prostituirsi.

Vieta inoltre la costrizione ad esercitare la prostituzione come fonte di guadagno e condanna ogni attività ad essa legata, come bordelli e altre strutture simili.

L’età minima legale per una prostituta in Irlanda è di 18 anni. Non ci sono cifre, sulla prostituzione ma durante il boom economico era stato segnalato un aumento.

La pubblicità per tali attività è diffusa su internet, perchè dopo la legge del 1993 i divieti imposti sono stati molti, tra questi la pubblicità del sesso a pagamento.

La prostituzione in Irlanda è quasi interamente coperta da escort che operano sulla base di pubblicità via Internet, di cui il 95% sono straniere, provenienti principalmente dall’est europeo.

Alla prossima settimana per nuove ed affascinanti curiosity.

Emma.

Seguici anche su Facebook!

Tags: , , , , , , , ,

Related Article

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Rifiuto Centro privacy IMPOSTAZIONI DELLA PRIVACY