15 Ago, 2018 @ 6:01

Un team di ricercatori con sede in Irlanda hanno sviluppato un rivoluzionario esame del sangue in grado di diagnosticare la malattia di Alzheimer nelle fasi iniziali e prevedere in che modo interesserà il cervello di una persona.

La svolta, guidata da un team di scienziati del Royal College of Surgeons in Irlanda (RCSI) è dietro la scoperta.

Irlanda on the road

Secondo i ricercatori, i cambiamenti di concentrazione di una piccola molecola nel sangue, ritenuta influente nello sviluppo della malattia, possono diagnosticarla in uno stadio in cui altri sintomi sono lievi.

Negli ultimi 20 anni, nessuna nuova terapia per il trattamento della malattia è riuscita a superare le sperimentazioni cliniche perché sono state applicate durante gli stadi avanzati dell’Alzheimer, dove il danno al cervello diventa irreversibile.

La ricerca, prossima a essere pubblicata, realizzata in collaborazione con un team a Madrid, è tra le novità presentate in occasione dell’annuale RCSI Research Day a Dublino.

Affinché le terapie abbiano successo, le prime fasi che precedono l’esordio completo del morbo di Alzheimer devono essere prese di mira, ecco perché questa svolta irlandese è una delle maggiori notizie internazionali.

Il fisiologo ricercatore capo Tobias Engel ha dichiarato:

Le persone vivono più a lungo oggi e per questo l’incidenza delle malattie cerebrali legate all’età come l’Alzheimer aumenterà“.

Le nuove terapie necessitano di metodi diagnostici che siano accessibili e minimamente invasivi e possano essere utilizzati per analizzare vaste popolazioni“.

“La nostra ricerca condotta negli ultimi quattro anni ha identificato i cambiamenti nei livelli ematici di una piccola molecola chiamata microRNA che è in grado di diagnosticare la malattia di Alzheimer in una fase molto precoce ed è in grado di distinguere il morbo di Alzheimer da malattie cerebrali con sintomi simili“.

Il dott. Engel ha anche sottolineato che l’importanza del test RCSI è che consente di prevedere chi svilupperà l’Alzheimer e la capacità di identificare quelli che potrebbero sviluppare condizioni correlate, in particolare la demenza vascolare.

L’Alzheimer è una delle malattie cerebrali più devastanti, colpendo 48 milioni in tutto il mondo e tra le 20.000 e le 25.000 in Irlanda, con un costo associato fino a 400 milioni di euro all’anno per il sistema sanitario.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? CLICCA QUI!
Tags: , , ,

Related Article

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.

Accetto Rifiuto Centro privacy IMPOSTAZIONI DELLA PRIVACY