Leggende su San Patrizio

In questa settimana che ci porta ai grandi festeggiamenti per il St. Patrick day, i nostri articoli saranno dedicati al patrono d’Irlanda.

Iniziamo subito con le leggende riguardanti il Santo.

L’acetosella

San Patrizio
Forse la leggenda più famosa di San Patrizio riguarda il trifoglio, la piccola pianta che è diventata famosa in tutto il mondo come simbolo del patrimonio irlandese.

Dopo l’addestramento come sacerdote e vescovo, Patrick arrivò in Irlanda nel 432 d.C. e subito si mise a cercare di convertire i celti pagani che abitavano nell’isola.

Avendo già vissuto e lavorato lì, probabilmente era già consapevole del fatto che il numero tre avesse un significato speciale nella tradizione celtica e applicò questa conoscenza in modo intelligente.

Ha usato il trifoglio, a tre foglie che cresce in tutta l’isola, per spiegare il concetto cristiano della Santissima Trinità, ovvero la teoria secondo cui Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo sono elementi separati di un’unica entità.

Saint Patrick’s Breastplate

Saint Patrick's Breastplate
Attribuito a San Patrizio, il poema noto come The Deer’s Cry o St Patrick’s Breastplate, racconta la storia di come il santo usò un potere chiamato féth, fíada per trasformare se stesso e il suo compagno in cervi selvatici in modo che potessero sfuggire all’agguato mentre si trovavano a predicare sulla strada per la Collina di Tara.

Questa collina reale nella Boyne Valley era l’antica capitale dell’Irlanda e, ai Druidi, la dimora sacra dei loro dei.
In attesa del loro arrivo, e con ogni intenzione di attaccare o imprigionare i due cristiani, i loro avversari celti videro solo un cervo con un cerbiatto che vagava per i campi.

Come risultato di questo potere, i missionari raggiunsero con successo la Collina senza incidenti.



Il fuoco magico

La festa celtica di Beltaine (Festa dei fuochi) é un grande festival per celebrare l’inizio dell’estate e trionfare sui poteri oscuri.

Tradizionalmente, un incendio sarebbe stato acceso dal Re d’Irlanda in cima alla collina di Tara, e il suo fuoco sarebbe stato usato per illuminare tutti gli altri fuochi.
Così, quando San Patrizio accese un fuoco in anticipo sull’Alto re Laoghaire, stava deliberatamente invitando l’attenzione i capi pagani.
I druidi anziani furono inviati da Laoghaire per indagare e riferirono che il fuoco di Patrick aveva poteri magici perché non potevano spegnerlo.

Avevano avvertito che se il Re non avesse estinto il fuoco di Patrick, sarebbe bruciato per sempre.
Il re Laoghaire non fu in grado di spegnere il fuoco del santo e accettò che la “magia” di Patrick era più forte della sua.

Sebbene non abbia scelto di convertirsi al cristianesimo, il re ha approvato la missione di Patrick di convertire gli irlandesi.

La croce celtica

san patrizio

Questa leggenda di San Patrizio è ambientata in un giorno in cui il missionario predicava vicino a una pietra pagana.
Quest’ultima sarebbe stata considerata sacra per alcuni dei suoi potenziali convertiti perché era già scolpita con un cerchio.
Questo marchio sarebbe stato familiare a tutti i pagani come simbolo degli dei del sole o della luna.
A San Patrizio viene attribuito il merito di aver disegnato una croce cristiana attraverso il cerchio e di benedire la pietra.
In questo modo, si dice, creò la prima croce celtica irlandese e si mostrò disposto ad adattare le pratiche e i simboli pagani alle credenze cristiane per facilitare il passaggio dal pagano al cristiano.

Merli su Croagh Patrick

vivirlanda
San Patrizio trascorse i quaranta giorni della Quaresima su una montagna nella contea di Mayo. La montagna è ora conosciuta come Croagh Patrick.
Durante questi giorni fu perseguitato da demoni mascherati da merli.

Gli uccelli formavano così densi ammassi che trasformavano il cielo in nero.

Ma secondo questa leggenda, San Patrizio ha continuato a pregare e ha suonato il campanello come proclamazione della sua fede.

In risposta alle sue preghiere, un angelo apparve e gli disse che tutte le sue petizioni a nome del popolo irlandese sarebbero state concesse e che avrebbero mantenuto la loro fede cristiana fino al Giorno del Giudizio.

Bandire i serpenti

San patrizio
Probabilmente famosa come la storia del trifoglio è la leggenda di San Patrizio che guida tutti i serpenti d’Irlanda nel mare dove sono annegati.
In molte immagini del santo, Patrick è visto in piedi su serpenti, il messaggio ben ricevuto è che non ci sono serpenti in Irlanda e solo lui è responsabile di questo stato felice.
Tuttavia, è molto improbabile che ci siano mai stati serpenti in Irlanda!

Questa particolare leggenda di San Patrizio è facile da tradurre: i serpenti erano sacri per i Druidi e il loro esilio riflette il successo di San Patrizio nel rimuovere l’influenza pagana dall’isola.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? CLICCA QUI!
, ,

Post correlati

Menu