Ross-Errilly-Friary

Ross Errilly Friary

Le imponenti rovine del convento di Ross Errilly si trovano appena fuori dalla cittadina di Headford, sulle rive del fiume Black, nella contea di Galway in un’area di pascoli.

Sono un monumento nazionale dell’Irlanda e tra i siti monastici medievali sono i meglio conservati del paese.

Sebbene abitualmente il sito viene indicato dai locali come Ross Abbey questo non è tecnicamente corretto in quanto la comunità non ha mai avuto un abate.

Fu fondato nel 1351 da Raymond de Burgo, una delle Galway Tribes che in seguito si chiamarono Burke, tra i principali sostenitori dei conventi.

Il convento francescano contiene una vasta gamma di edifici, la maggior parte dei quali risalgono al XV secolo.

Questi includono una torre campanaria costruita nel 1498, che separava la navata e il coro, una grande chiesa, un grande chiostro e più tardi, mentre il convento cresceva, fu aggiunto un secondo chiostro.

I due chiostri sono una caratteristica insolita del convento, una vasta gamma di edifici domestici, come una cucina, un forno, un refettorio e dei dormitori.

Una particolaritá del sito è una grande cisterna di pietra nella cucina che in origine conteneva pesci vivi, pescati nel vicino fiume Black, qui venivano tenuti fino al momento della cottura.

All’inizio del regno della regina Elisabetta I, il convento fu confiscato e consegnato a un antenato del fondatore, Richard Burgh che lo restituì debitamente ai francescani.

La proprietà del convento passò di mano molte altre volte prima che le forze di Cromwell prendessero l’edificio nel 1656.

Sappiamo che nel 1753 c’erano frati nel convento ma all’inizio del XIX secolo gli edifici erano in un triste stato di abbandono.

Alcuni fatti salienti riguardanti Ross Errilly Friary:

1469: Il primo riferimento contemporaneo al convento di Ross Errilly avvenne quando John Blake, un cittadino di Galway, lasciò in eredità quaranta penny al convento di Ross.

1472-1474: si dice che Lady Nuala O’Donnell, madre di Red Hugh O’Donnell, sia andata di persona nel convento di Ross per fare appello per l’istituzione di un convento francescano in Donegal.

1496: John Lynch, un mercante di Galway, fece un lascito al convento di Ross.

1540: il convento fu ufficialmente sciolto durante la soppressione generale dei monasteri.

1542: la regina Elisabetta I concesse il convento a Richard Sassanach Burke, 2º conte di Clanricarde, che permise ai frati di rimanere e offrì loro la sua protezione.

1572: don Ferrall MacEgan costruisce una strada rialzata che porta al convento.

1580: Il conte di Clanricarde ristabilisce i frati nel convento, dopo che sono stati costretti ad andarsene.

1596: Durante la Guerra dei Nove Anni, il convento fu occupato da soldati inglesi, che espulsero nuovamente i frati, i quali non lasciarono la zona risiedendo nelle vicinanze finché non furono in grado di tornare al convento.

1601: Neemia Donnellan, arcivescovo protestante di Tuam fu ordinato di arrestare i frati che avevano rioccupato il convento di Ross Errilly, tuttavia, ha inviato un saluto ai frati affinché potessero scappare ed evitare la detenzione.

1611: I frati sono stati in grado di tornare alla Ross Errily sotto la protezione di Richard, 4 ° conte di Clanricarde.

1616: Durante la sua visita come Ispettore dell’Ordine Francescano in Irlanda, Donatus Mooney visitò il convento di Ross Errilly. Scoprì che otto frati risiedevano nel convento ma notarono anche che molti soldati inglesi avevano causato molti danni durante le recenti guerre, che avrebbero riferito di aver bruciato tutti i registri e i libri del convento.

1633: Il calice di Maria Montij Jennings fu fatto per i frati di Ross Errilly. Il calice è stato messo all’asta a Londra nel 1872 ed è in possesso della parrocchia locale di Colchester, nell’Essex, in Inghilterra. L’iscrizione recita: Maria montij Jonasn me firei fecit Pro Conventu fratrum minorum de Rosriala Pro cuius anima oretur Ano 1633.

1642: Il massacro di Shrule, nel 1641, scoppiò la guerra civile in ottobre, in seguito conosciuta come le guerre della Confederazione irlandese. Temendo per la loro sicurezza, i coloni protestanti inglesi in Connacht cercarono protezione nei castelli locali tenuti dagli alleati. Nel gennaio 1641, trentotto coloni protestanti inglesi furono uccisi lungo il tragitto verso il carcere di Sligo. Nel febbraio 1642, il vescovo protestante di Killala, John Maxwell, la sua famiglia e i suoi servi avevano cercato protezione nel castello di Sir Henry Bingham a Castlebar, nella contea di Mayo. Bingham presto consegnò il suo castello a Myles Burke, 2° Visconte Mayo, con Maxwell e il suo gruppo da trasferire nella città di Galway in sicurezza. Durante il tragitto, dovettero cambiare scorta a Shrule, vicino al convento di Ross Errilly. Tuttavia, una volta che le forze del Visconte di Mayo lasciarono Shrule, la seconda scorta, guidata da Edmond Burke, attaccò i cento rifugiati inglesi protestanti, massacrandone più della metà. I Francescani di Ross Errilly hanno protetto i sopravvissuti dalla famigerata strage di Shrule.

1732: Il rapporto di Stratford Eyre sullo stato di Popery a Galway rivela che i frati di Ross Errilly si erano trasferiti nella vicina Kilroe, nella contea di Mayo. Risiedevano nella tenuta di Martin Blake, un protestante convertito di recente.

1832: il convento di Ross Errilly fu infine soppresso dal provinciale dell’ordine. Gli ultimi membri della comunità erano Michael Jennings, Matthew Kenny e Hubert MacNally.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram….E iscriviti al nostro gruppo!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? COMPILA IL FORM


, , , , ,

Post correlati

Menu