I vichinghi dei paesi scandinavi invasero per la prima volta l’Irlanda nel 795 d.C.

brian boru

Continuarono a saccheggiare l’isola per due secoli prima che Brian Boru li sconfisse nella battaglia di Clontarf nel 1014.

La prima incursione dei Vichinghi registrata in Irlanda avvenne nel 795 d.C. quando la chiesa dell’isola Lambeg a Dublino fu saccheggiata e bruciata. 

All’epoca non c’erano delle vere e proprie cittá in Irlanda ma comunità sparse vicino a monasteri che fungevano da case sicure per oggetti di valore, cibo e bestiame. 

Ciò ha reso questi luoghi i primi bersagli per le incursioni vichinghe.

Mentre i vichinghi continuavano i loro raid sull’Irlanda durante il nono secolo, stabilirono insediamenti in tutto il paese, molti dei quali sopravvivono ancora oggi. 

Uno dei primi insediamenti vichinghi stabiliti alla foce del Liffey sopravvisse fino a diventare quello che oggi è la moderna Dublino.

Nel 914 d.C. una flotta di navi fissó una base a Waterford, seguita da una base a Cork.

Qualche tempo dopo, un’invasione lungo l’estuario dello Shannon pose le basi per Limerick.

Wexford era un’altra roccaforte, la regione tra Wexford, Waterford e Kilkenny conosciuta come il triangolo vichingo d’Irlanda.

L’atto di viaggiare oltreoceano in altre terre e saccheggiandoli delle loro ricchezze era davvero ciò di cui si occupava la società dei vichinghi. 

I Vichinghi erano grandi esperti nella costruzione di barche che venivano utilizzate per lunghi viaggi e ne facevano uso per viaggiare, fare incursioni e raccogliere quanto più potevano da altre persone.

I ricercatori del Trinity College di Dublino ritengono che le invasioni vichinghe e normanne dell’Irlanda possano aver provocato una rottura del DNA nel paese piú di quanto si pensasse in precedenza. 

Hanno anche scoperto 23 nuovi cluster genetici in Irlanda non identificati in precedenza, portando alla conclusione che il popolo irlandese ha molti piú antenati vichinghi e normanni di quanto precedentemente ipotizzato.

Confrontando 1.000 genomi irlandesi con oltre 6.000 genomi dalla Gran Bretagna e dall’Europa continentale, i cluster genetici nell’ovest dell’Irlanda, in particolare, sono stati scoperti per la prima volta, portando i ricercatori a indagare se le invasioni dei Vichinghi e dei Normanni ad est potrebbero avere genetica influenzata in quella parte del paese.

Vichinghi

“Questa sottile struttura genetica all’interno di un paese così piccolo ha implicazioni per gli studi di associazione genetica medica”, ha detto il genetista del Trinity College di Dublino, Dr. Ross Byrne.

La lunga e complessa storia delle dinamiche demografiche in Irlanda ha lasciato un segno indelebile sui genomi degli abitanti moderni dell’isola.

Alcuni dei cognomi irlandesi più comuni derivano anche dalle origini vichinghe, Doyle figlio dello straniero oscuro, MacAuliffe Figlio di Olaf e MacManus Figlio di Manus, hanno tutti origine dai guerrieri scandinavi che si sono stabiliti in Irlanda e hanno sposato native irlandesi.

Ai vichinghi viene attribuito il merito di aver creato le prime rotte commerciali tra Irlanda, Scandinavia e Inghilterra, usando Dublino come base principale, commerciarono con il resto dell’Europa ad un livello che gli irlandesi nativi non avevano mai avuto prima, ciò ha portato molte influenze dall’Europa che rimangono in Irlanda ancora oggi.

Oltre a questo, probabilmente la cattedrale più famosa in Irlanda e ancora oggi una grande attrazione per i turisti a Dublino, è la magnifica Christ Church Cathedral. 

Silkbeard, il re norvegese di Dublino, fu responsabile della sua costruzione intorno all’anno 1030.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram….E iscriviti al nostro gruppo!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? COMPILA IL FORM


, , , , ,

Post correlati

Menu