Streghe

Set 18, 2019 | Donne irlandesi, Storia Irlandese

Alcune delle donne più potenti e famose d’Irlanda erano “streghe”? 

Diamo un’occhiata a tre delle donne più famose processate per stregoneria in Irlanda.

Dame Alice Kyteler

Pub Irlandese

A Kilkenny troverai Kyteler’s Inn, la casa di Alice Kyteler. 

Nel 1324, Alice divenne la prima persona ad essere accusata di stregoneria in Irlanda. 

Alice è stata sposata quattro volte e ogni marito moriva in circostanze misteriose, lasciandola sempre più ricca.

Kyteler’s Inn era un punto d’incontro per uomini d’affari locali che facevano a gara per ricevere l’attenzione dell’affascinante Alice, coprendola di regali e denaro.

Quando l’invidia e il sospetto raggiunsero l’apice, i figli superstiti dei quattro mariti di Alice la accusarono di usare il veleno e la stregoneria, favorendo il suo primogenito, negando la fede, bestemmiando e facendo sacrifici di animali ai demoni degli inferi.

Alice aveva molte amicizie e riuscì a evitare l’arresto per qualche tempo. 

Dopo diversi colpi di scena, tra cui il suo accusatore, il vescovo di Ossory, in carcere, Alice fu finalmente imprigionata in attesa del processo.

La prima a essere processata è stata la cameriera di Alice, Petronella de Meath, che è stata torturata e ha confessato di praticare la stregoneria con la sua amante. 

Petronella fu dichiarata colpevole e bruciata sul rogo. 

Il primo figlio di Alice, William, è stato anche riconosciuto colpevole, tra le altre cose, di falsa testimonianza, estorsione ed eresia, tuttavia, ha ricevuto una condanna più indulgente, ha dovuto frequentare tre messe al giorno per un anno e ha dovuto nutrire i poveri.

Nel 1325 Alice fuggì, é stata processata in sua assenza e giudicata colpevole di stregoneria. 

Alice Kyteler rimase in libertà e morí in tarda etá in un castello nei pressi di Londra. 

Florence Newton, la strega di Youghal

la-strega-di-youghal

Un altro sensazionale processo alle streghe in l’Irlanda fu quello di Florence Newton nel 1661. 

Fu accusata dell’incantevole Mary Langdon, la cameriera di una figura di spicco nella città chiamata John Pyne.

Florence aveva mendicato a casa Pyne durante l’inverno del 1660 chiedendo del cibo ma la cameriera Mary Langdon si rifiutò di darle da mangiare.

Quando Florence incontrò Mary Langdon per strada, l’afferrò e le diede un bacio feroce, dopo di che Mary si ammalò violentemente, ha sofferto di convulsioni e visioni e la casa del suo padrone è diventata oggetto di attività di poltergeist.

Quando Newton è stata portata in presenza di Mary, la sua malattia è peggiorata e si dice che abbia iniziato a vomitare aghi e unghie. 

Mary affermò che Florence sarebbe apparsa in visioni, infilando spillette nel suo corpo.

Newton fu anche accusata di aver causato la morte del suo carceriere attraverso la stregoneria, poiché la sua vedova accusò Florence di aver baciato il marito sulla mano poco prima di morire.

Il processo alla Strega di Youghal fu così importante che il procuratore generale irlandese giunse a Cork a presiedere e si presumeva che Florence fosse stata dichiarata colpevole e impiccata.

Si può solo ipotizzare perché, nonostante le registrazioni ben tenute dell’inizio del processo, il resto di esse è svanito completamente, quindi non sapremo mai esattamente cosa è successo a Florence Newton.

Biddy Early e la magica bottiglia blu

Biddy Early nacque nel 1778 a Kilenena, nella contea di Clare, e prese il nome da ragazza di sua madre. 

Ellen Early insegnò a sua figlia le cure a base di erbe, tuttavia, entrambi i genitori morirono quando Biddy aveva 16 anni e fu lasciata in povertà.

Emarginata dalla societá, si diceva che Biddy parlava alle fate da quando era bambina e poteva controllarle. 

Una donna di bell’aspetto, Biddy incontrò il primo dei suoi quattro mariti al mercato, un uomo che aveva il doppio della sua età.

Biddy si stava già facendo un nome come terapeuta e aveva anche aperto un shebeen* di successo, dove la gente del posto avrebbe bevuto alcol illecito e giocato a carte. 

Nel giro di cinque anni suo marito Pat era morto per il consumo di alcol e lei sposò il suo figliastro John, che morì anche per problemi legati all’alcol. 

Il suo terzo marito morì nel 1868 quando aveva 70 anni e nel 1869 sposò un uomo sulla trentina in cambio di una cura.

I poteri curativi di Biddy sembrano essere centrati su una misteriosa bottiglia blu, a nessuno era permesso di toccare la bottiglia e solo i veri credenti avrebbero ricevuto aiuto da Biddy.

Biddy denunciò pubblicamente la Chiesa cattolica e fu accusata di stregoneria nel 1865.

Al processo accadde una cosa insolita, la paura si impadronì di coloro che avevano accettato di testimoniare e Biddy fu assolta. 

Sul letto di morte, si è pentita e al suo funerale, un raduno di sacerdoti ha chiesto alla comunità di pregare per l’anima di Biddy Early.

Il suo cottage è in rovina e la sua tomba a Feakle non è segnalata, tuttavia, la sua bottiglia blu non è stata vista dopo la sua morte. 

*shebeen era un bar illecito in cui le bevande alcoliche soggette ad accisa erano vendute senza licenza.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram….E iscriviti al nostro gruppo!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? COMPILA IL FORM


Chi Siamo

Viaggio in Irlanda
Preventivo Viaggio Irlanda

Archivi

Categorie