Villaggi Fantasma in Irlanda

Set 2, 2020 | Luoghi

In Irlanda ci sono diversi villaggi fantasma, alcuni abbandonati da decenni altri da secoli.

Tra i villaggi fantasma piú famosi troviamo:

Slievemore, Achill Island. Co. Mayo

Lungo il versante meridionale del monte Slievemore, sull’isola di Achill nella contea di Mayo, troviamo il Deserted Village at Slievemore, costituito da circa 80-100 cottage in pietra.

Si ritiene che le case fossero semi-abitate fino a metà del 1900 come abitazioni booley.

La pratica del booleying, o transumanza, fu continuata ad Achill molto tempo dopo essere stata abbandonata in altre parti dell’Irlanda e dell’Europa occidentale. 

Era la pratica di vivere in luoghi diversi durante il periodo estivo da quello invernale, principalmente per consentire al bestiame di pascolare nei pascoli estivi. 

I cottage di Slievemore furono usati come dimore estive a memoria d’uomo dalle famiglie dei villaggi di Dooagh e Pollagh. 

Le case erano costruite con pietra non ammorbidita, il che significa che non veniva usato cemento o malta per tenere insieme le pietre. 

Ogni casa era composta da una sola stanza e questa stanza era usata come cucina, soggiorno, camera da letto e persino stalla.

L’intera area è ricca di reperti archeologici tra cui tombe megalitiche risalenti al periodo neolitico circa 5.000 anni fa. 

Sistemi di campo locali e resti di siti indicano che l’insediamento in quest’area risale almeno ai primi tempi del Medioevo.

Deserted Village Achill Island

Great Blasket Island. Co. Kerry

Le Isole Blasket sono un gruppo di sei isole atlantiche nella Contea di Kerry: l’isola Great Blasket, Beginish, Inishabro, Inishvickillane, Inishtooskert e Tearaght Island.

Furono abitate per secoli da una popolazione di lingua irlandese piccola ma affiatata che viveva in modo tradizionale, di agricoltura, pesca e tessitura.

Divennero i soggetti di importanti studi linguistici per il loro uso di una versione invariata della lingua irlandese.

Nel 1953, gli ultimi abitanti rimasti delle isole Blasket furono permanentemente evacuati verso la terraferma.

L’evacuazione del 1953, ordinata dall’allora Taoiseach Eamon de Valera , fu ampiamente accettata come una necessità. 

Gran parte delle infrastrutture di Great Blasket rimane, anche se molti degli edifici sono diventati fatiscenti. 

Isole-Blasket

Port, Co. Donegal

A circa 15 km da Glencolmcille, su una strada laterale per Ardara, ci sono i resti del villaggio fantasma di Port  o An Port.

Si ritiene che l’insediamento abbandonato sia stata una fiorente comunitá, in quanto questo é stato probabilmente il primo porto marittimo della contea di Donegal. 

La maggior parte della popolazione del villaggio se ne andò durante e subito dopo la carestia irlandese 1845-52.

Campi di torba dominano il paesaggio aspro mentre ci si avvicina al villaggio inquietante, i cui unici abitanti al giorno d’oggi sono le pecore. 

Le vecchie case del villaggio erano tutte costruite in pietra locale. La costa intorno a Port è punteggiata da numerosi faraglioni tra cui il Cnock na Mara alto 100 metri, di fama internazionale per gli  scalatori.

Clonmines, Co. Wexford

Clonmines é uno dei migliori esempi di un insediamento medievale abbandonato in tutta l’Irlanda. 

Clonmines probabilmente iniziò la sua vita come insediamento normanno fondato da William Marshall nel XIII secolo come porto alternativo a New Ross. 

I resti di questa città un tempo considerevole includono due case torri, due chiese fortificate e un convento Agostiniano. 

La casa torre è conosciuta come il castello nero ed è attribuita ai FitzHenrys. 

Si ritiene che l’Abbazia sia stata fondata dai Kavanagh per i Frati Agostiniani nel 1317 circa e successivamente ampliata e fortificata da Nicholas Fitzhenry nel 1385 circa. 

I frati furono espulsi nel 1544 ma continuarono a prestare servizio nella località fino al XVIII secolo. 

La città fu in gran parte abbandonata nel XVII secolo, probabilmente a causa del suo isolamento, della concorrenza di New Ross e perché il suo porto iniziò a insabbiarsi.

Questa foto é stata fatta ad Achill Island Co. Mayo

Inis Cathaig (Scattery Island), Co. Clare

Inis Cathaig o Scattery Island, è un’isola disabitata, di circa 180 acri, alla foce del fiume Shannon, vicino alla città di Kilrush, nel sud-ovest della contea di Clare. 

L’isola è nota soprattutto per i resti del monastero fondato da San Senan, che si pensa sia stato attivo sull’isola da tutto il mondo. 534 d.C. fino alla sua morte circa dieci anni dopo. 

L’isola ha anche i resti di una batteria di artiglieria, una torre rotonda irlandese e un faro, che è stato completamente automatizzato dal 2002. 

Secondo la Biblioteca della contea di Clare , “L’isola ospitò una volta oltre 141 persone durante il 1841 e il 1881. 

A causa del declino sociale ed economico, la popolazione dell’isola iniziò a diminuire rapidamente dal 1926 ed è stata disabitata dal 1978.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram….E iscriviti al nostro gruppo!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? COMPILA IL FORM

Chi Siamo

Viaggio in Irlanda
Preventivo Viaggio Irlanda

Archivi

Categorie