La Leggenda di Abhartach

Mar 1, 2021 | Leggende

Abhartach era molto temuto dal suo popolo, che credeva avesse poteri oscuri e magici. 

Abhartach era un brutale signore della guerra del 5° secolo, che governava un piccolo regno in un’area delimitata da quella che oggi è la città di Garvagh Co.Derry.

I cittadini volevano sbarazzarsi di questo re fastidioso così hanno chiamato un capo di un regno vicino, chiamato Cathain, per ucciderlo. 

Cathain riuscì a uccidere Abhartach e lo seppellì in piedi, come si conviene a un capo celtico (stessa sepoltura della Regina Maeve). 

Tuttavia, la storia racconta che Abhartach si alzò dalla tomba e chiese una ciotola di sangue dai polsi dei suoi sudditi per sostenere la sua energia. 

Cathain è tornato per uccidere Abhartach una seconda volta, ma ancora una volta è risorto dalla morte, chiedendo il sangue dei vivi.

Cathain chiese il consiglio di un santo cristiano, che lo informò che Abhartach era un marbh bheo (morto che cammina) e doveva essere ucciso con una spada di legno di tasso, prima di essere sepolto a testa in giù con una grande pietra posta sul suo corpo per impedendogli di rialzarsi. 

Cathain ha seguito questo consiglio e oggi, nella città di Slaghtaverty, si può vedere una pietra tombale nel luogo in cui si suppone fosse sepolto Abhartach.

La tomba di Abhartach è ora conosciuta come Slaghtaverty Dolmen, e viene chiamata localmente “The Giant’s Grave”. 

Comprende una grande roccia e due rocce più piccole sotto un biancospino. 

Il dolmen si trova nel comune di Slaghtaverty, appena a nord di Maghera, nella contea di Derry.

Versione alternativa

dracula

Raccontata in The Origin and History of Irish Names of Places di Patrick Weston Joyce.

C’è un posto nella parrocchia di Errigal a Derry, chiamato Slaghtaverty, ma avrebbe dovuto essere chiamato Laghtaverty, il monumento laght o sepolcrale dell’abhartach.

Questo nano era un mago e un terribile tiranno, e dopo aver perpetrato grandi crudeltà sul popolo fu finalmente sconfitto e ucciso da un vicino capo; alcuni dicono da Fionn Mac Cumhail. 

Fu sepolto in posizione eretta, ma il giorno dopo apparve nei suoi vecchi ritrovi, più crudele e vigoroso che mai. 

E il capo lo uccise una seconda volta e lo seppellì come prima, ma ancora una volta fuggì dalla tomba e diffuse il terrore in tutto il paese. 

Il capo allora consultò un druido e, secondo le sue istruzioni, uccise il nano una terza volta e lo seppellì nello stesso luogo, con la testa in giù; che ha sottomesso il suo potere magico, in modo che non sia mai più apparso sulla terra. 

Il laght cresciuto sul nano è ancora lì, e potresti sentire la leggenda con molti dettagli dagli indigeni del luogo, uno dei quali me l’ha raccontata.

Questa leggenda potrebbe essere alla base del famoso romanzo Dracula, di Bram Stoker, come vi avevo giá parlato in un precedente articolo che potete trovare QUI.

Potremmo non sapere mai con certezza se il Dracula di Stoker è basato sul Wallachian Vlad o sulla mitologia irlandese, ma leggende come questa possono aver giocato un ruolo centrale nella creazione della figura di Dracula, inoltre parole di origine celtica come “dreach-fhuola”, che significa sangue contaminato, possono aver suggerito il nome del personaggio.

Emma.

Seguici anche su Facebook Instagram….E iscriviti al nostro gruppo!

VUOI VENIRE A VISITARE L’IRLANDA CON NOI? COMPILA IL FORM

Chi Siamo

Viaggio in Irlanda
Preventivo Viaggio Irlanda

Archivi

Categorie

error: Content is protected !!